Rossella A
Molte volte mi sono trovata a scrivere post, lettere, pensieri sparsi qua e là… nella mia mente.
Magari era notte fonda e di alzarmi per prendere un foglio di carta non avevo voglia, oppure ero su un autobus in piedi stretta tra tanta gente ed era già tanto riuscire a respirare.
Allora scrivevo… scrivevo nella mia mente promettendomi di riportare quanto prima su carta, ma al momento di compiere quest’atto quelle parole non c’erano più…
non c’erano più quelle sensazioni… 
non c’erano più quelle stesse emozioni che avevano scelto precise parole tra le tante.

Ma dove vanno queste parole?


Forse proprio nel renderci conto di questo, ovvero della leggerezza dei pensieri che volano via ad un soffio di vento cerchiamo di prendere appunti su quello che ci capita, scattare una foto ad uno dei tanti tramonti o ad un volto amato… tentiamo di intrappolare un ricordo o meglio un'emozione, nel timore che il tempo ce la strappi via.
Eppure ci sono alcune sensazioni che la nostra mente non dimentica, anche se seppellite nella parte più remota dell’anima… e basta un odore per far sussultare quest’ultima, le note di una canzone dimenticata nella playlist a farci ritrovare immagini, sensazioni, parole…

…proprio quelle parole che sembravano andate perse.


Io non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all’orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia, questa magia che brucia la pesantezza delle parole, 
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.
(A. Merini)

27 commenti :

  1. Capita anche a me, sai, di pensare a qualcosa in vari momenti della giornata e poi di non riuscire a esprimere ciò che sentivo con le parole adatte.
    Pensare e scrivere sono due attività diverse, i pensieri fluiscono facilmente mentre fissare su carta le parole è più faticoso. Chissà perché.
    Il blog in questo senso, mi aiuta a focalizzare meglio le idee e le mie sensazioni e a riflettere di più.
    Buon fine settimana Blumoon.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice... hai perfettamente ragione, è difficile riportare su carta la fluidità di un pensiero guidata da una determinata emozione. Non è come andare sotto dettatura dei nostri stessi pensieri, ma ogni frase.. ogni parola scritta su carta assume una profondità differente che ci porta a soffermarci su e in qualche modo interrompere quella fluidità... eppure allora stesso tempo questo ci aiuta a comprendere tanti aspetti di noi e di ciò che ci sta intorno...
      ... ti abbraccio

      Elimina
  2. Sempre, succede sempre solo che io mi sono ingegnata e porto con me un libretto degli appunti.
    Ma alcune volte, presa da i miei pensieri, me ne dimentico e poi non riesco più a riscrivere quelle stesse parole che mi avevano fatta emozionare e viene fuori una delusione assoluta. Però almeno so che posso pensare parole che fanno emozionare e questo è tutto ciò che voglio, saper emozionare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo il tuo stato d'animo quando si ha difficoltà a riportare su carta ciò che un attimo prima si è pensato...un tempo portavo anche io dietro un quadernino, ma il più delle volte -distratta dai pensieri- come te dimenticavo di usarlo adesso preferisco appuntarmi (anche solo sul cellulare) delle parole e poi tramite quelle cercare di ricostruire quella sensazione che mi aveva suscita quella determinata emozione, perchè bisogna essere in grado di emozionarsi per riuscire a comunicare
      un caro saluto a te, Anto

      Elimina
  3. a VOLTE BASTA UNA PRIMA FRASE...E POI NASCE UNA POESIA.

    A VOLTE SCRIVO...SCRIVO...PER STRADA, MENTRE ASPETTO IN SALA D'ATTESA DEL MEDICO. NON IMPORTA SE NON SEMBRANO SPECIALI...IMPORTA CHE QUELLE PAROLE SIANO DETTATE DAL MIO SPIRITO.

    CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un punto di partenza... mi viene in mente quello scambio di battute in "Alice nel paese delle meraviglie" tra Alice, il Cappellaio Matto e il Leprotto durante il quale Alice viene invitata a raccontare la sua avventura, ma non sa da quale punto iniziare e quanto segue sono i consigli che riceve:
      Leprotto Bisestile: "Comincia dal principio!"
      Cappellaio Matto: "Sì! E quando arrivi alla fine, fermati!"
      Niente di più semplice, basta un "via", un bel respiro e ascoltare la propria anima...
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Capita anche a me di avere dei pensieri e non riuscire poi scriverli poco dopo. Mi sono premunita con un piccolo libricino nella borsetta. A letto ho accanto a me un notes e una penna.
    Bellissima la poesia della Marini.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I pensieri, le riflessioni non nascono dal nulla c'è sempre qualcosa che dà l'input, ma di sicuro ci colgono imprepati e non resta che farci trasportare da quell'onda di emozione, perchè non si può premere il tasto pausa per aver il tempo di mettersi alla ricerca di un foglio e di un penna... però è bello riuscire a fissare quell'istante e tornarci su anche in un secondo momento...come ben suggerisci Saray, meglio tenersi pronti.
      Un bacio anche a te

      Elimina
  5. Buondì, come quando scattando una fotografia ad un soggetto che passa,cristallizzi l'attimo, anche le parole fermate e portate sul foglio bianco rimangono e trovano un senso nell'istante stesso. Se le fai scappare non è che li perdi, prima o poi ripasseranno, magari non nell'ordine simile non per lo stesso motivo.Lo faccio spesso di annotare in momenti meno usuali, scampoli di pensieri, quasi sempre utili nel proseguo del progetto compositivo, poesia o semplice appunto di vita, che spesso coincidono.Buona giornata.
    Henry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carpe diem, cogliere l'attimo...quel piccolo, semplice attimo in cui nella nostra mente si scatenano una miriade di emozioni in grado di donarci pensieri unici... ma d'altra parte hai ragione, seppur non li si riesce a fissare, prima o poi si ripresenteranno... ma saremo sempre in gradi di riconoscerli? e in qualche modo comprendere la somiglianza delle emozioni che li hanno suscitati? chissà...
      Un caro saluto Henry, grazie della tua visita.

      Elimina
  6. Entrare nel tuo blog è molto bello, c'è pace, sensibilità e bravura. Io non so scrivere poesie, ma mi piace scarabocchiare. quanto scrivi in questo post, capita spesso anche a me.. Ti ringrazio per il commento che hai lasciato nel mio modesto salotto. Ti auguro una bellissima giornata. Bruna... ciaoooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bruna! Io trovo che anche gli scarabocchi siano poesie nel momento in cui riescono a comunicare qualcosa... ad ogni modo sono felice che questo spazio ti abbi fatto sentir bene e ti ringrazio per le parole dedicate... ti abbraccio

      Elimina
  7. A volte basta una frase per farci sognare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una frase, un gesto... a volte sono le cose più semplici che ci fanno davvero sognare... Grazie del tuo passaggio Giancarlo

      Elimina
  8. La vita va vissuta in ogni istante proprio perchè ogni momento è una singolarità, stella spendente che esplode in una supernova proiettando il suo spettacolo per l'universo e infine perdendosi.. Ogni istante conserva in se la propria magia, ogni momento i suoi odori, sapori e immagini.. Ricordarli fa bene al cuore, a noi stessi, a renderci consapevoli di ciò che siamo e di ciò che costruiamo nella nostra vita, delle nostre avventure, di ciò che siamo in grado di esprimere e provare, piccoli grandi uomini che in se e in ogni istante conservano e regalano tanti piccoli tesori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero...la vita è un dono, anche se a volte faccio fatica a goderla appieno. A volte mi scaglia a terra ed io, con energia,mi rimetto in piedi.
      E' proprio questa lotta, in fondo, che mi rende speciale...che fa di me la punta di una stella, unica nell'universo. Come unici sono tutti gli esseri umani e forse non lo sanno.
      Grazie Marril per le belle parole lasciate nel mio blog.
      A presto
      mimosa49

      Elimina
    2. Non vi è istante nella vita che non merita di essere vissuto, seppur tanti a volte li sprechiamo e come quelle parole, che se non fissate subito volano via, così gli istanti ci svaniscono tra le dita... un attimo per perderli, un attimo per poterne godere... e condivido il tuo pensiero, Marril perchè ogni istante vissuto, con le sue emozioni, sensazioni ecc.. ci rendere quello che siamo oggi... con la nostra forza, il nostro credo e la nostra fragilità che come suggerisci tu, mimosa, ci rende speciali ognuno a modo nostro...

      Elimina
  9. Come sempre mi susciti emozione, come sempre, scrivi ciò che io scriverei, forse usando parole diverse.
    Quanti di quei pensieri volano via come gabbiani...
    quante di quelle parole rimangono nel vuoto, sospese.
    Grazie a quelle parole, sapientemente scelte, la ns. vita può dirsi ricca e piena di emozione.
    Grazie, mi emozioni sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Themoon... mi fa sempre piacere ritrovarti tra queste pagine e sono felice che oltre un freddo schermo si riesca a trovare un punto di contatto che crei comunicazione... d'altra parte le parole servono proprio a comunicare e come ben dici possono davvero aggiungere emozione alla nostra vita... un abbraccio

      Elimina
  10. Hai ragione Blumoon. Le parole sono labili. "Verba volant" dicevano i latini. E noi che siamo così precari sulla terra abbiamo bisogno in qualche modo di fissare, ricordare e rivivere la nostra vita, forse per renderla più intensa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Ambra c'è proprio il desiderio di catturare quell'istante... forse per rendere più intensa la nostra vita, come dici tu e forse anche lasciare una traccia della nostra esistenza...

      Elimina
  11. Sempre bello rileggere la Merini. Un modo per recuperare un po' di quei pensieri e ricordi che rischiano di andare persi.
    Ciao e buona domenica!

    RispondiElimina
  12. Buon inizio di settimana!!!
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  13. Ciao!!! Ho trovato il tuo blog attraverso il motto che hai scritto sul blog di Miss Valerie e ti ho subito votata, perchè anche io penso che un sorriso possa cambiare il modo di vivere, di affrontare le giornate!!!
    Sono una tua nuova follower...se ti va vieni a dare un'occhiata anche al mio blog!
    Buona giornata e continua a sorridere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vengo con piacere Mery... sono felice che anche tu veda il sorriso come un raggio di sole in un cielo grigio... a prestissimo...un sorriso :)

      Elimina