Rossella A


Avete mai pensato di essere voi lì…
 
Crescete... calmi
dentro tutto è sereno...
Suoni ovattati riecheggiano in eco come per cantarvi...
strani suoni... dolci... stranamente familiari...
e vi formate...
Vi nutrite di linfa che non è vostra...
Sentite intorno a voi un limbo di perla...
Danzate soavi, sicuri che nulla vi tocchi
accarezzati da qualcosa di impercettibile
come un caldo manto che vi riscalda dentro e fuori...
 
Alla luce tutto vi sembra piombarvi contro...
suoni, trambusti... qualcosa che vi soffoca...
e per la prima volta vi va di... gridare...
Liberate la vostra rabbia
contro un mondo estraneo, crudele e diverso
da quello dolce che era stato...
finche trovate ciò che vi è familiare...
ne saggiate il tocco... ne ricordate il manto...
poi ne percepite il fievole eco..
e vi calmate... ora siete vita...
Sentite e toccate più di prima...
Ma qualcuno intorno ancora ci guarda...
e sappiamo... proprio in quei momenti così confusi...
anche quando ogni nostro pensiero ancora fatica a trovar senso...
che lei è qui, qualunque cosa fosse...
il dono più grande che ci viene dato in cambio
così... per non aver fatto nulla...
La vita.

39233650



- Marril -

8 commenti :

  1. La mamma è una figura speciale nel nucleo familiare... è la persona con cui per 9 mesi (chi più chi meno) abbiamo condiviso emozioni...sensazioni... ed è la persona da cui corriamo sempre quando qualcosa non va... se manca lei, manca una parte importante di noi stessi...
    E' un post che si legge con piacere, Marril... un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Si... ho pensato che rappresentando quel legame... sarebbe stato più semplice far sentire l'amore... che un uomo qualsiasi può avere per la propria madre.

    RispondiElimina
  3. utente anonimo14 maggio 2011 15:56

    La tua grande sensibilità verso la vita, l'amore e l'essere madre, è contenuta in questo splendido poemetto!
    Grazie per averlo condiviso con noi.
    Grazie Marril

    RispondiElimina
  4. Di niente grazie a voi.. per aver condividiviso i nostri pensieri spendendo un pò del vostro tempo leggendo queste righe. ^_^

    RispondiElimina
  5. Marril,
    i tuoi versi...come leggere e delicate onde di luce mi hann avvolto l anima, per qualche intenso attimo, mi son immersa completamente in quella sensazione di pace, meraviglia, calma , in quei respiri delicati che spontaneamente prendono vita quando ci sentiam protetti , avvolti da un abbraccio che tiene le nostre membra unita alla nostra anima, una delicata coperta che ci riscalda e ci protegge, senza soffocarci.
    una ninna nanna spumeggiante, amorevole che delicatamente riecheggia nella mia mente...e mi sento nuovamente immersa in quel liquido, in quelle sensazioni meravigliose...in quell'amore desiderato che profondamente è frutto di una magia d'amore.
    accolta in abbracci delicati,...in un mondo cosi amorevole...
    e sempre piu ,andando avanti nella vita , comprendo il perché di quel grido di cui parli...un volta ammirat quella luce..come per la prima volta...
    però sento i loro sguardi su di me...sento lei...che con tanto amore mi ha creato...e ti ringrazio per questa piacevole sensazione...perché sento una pace dentro che le mie parole non riescono a descrivere , ma le mie emozioni si son aperte ad una danza di stelle e ricordi, e ti ringrazio per quanta bellezza traspare nelle tue parole...arriva dritta al cuore come un'onda..dritta all'anima come un caldo e delicato abbraccio.
    Un saluto,
    Verox

    RispondiElimina
  6. Vita, meravigliosa vita
    Il post è davvero leggiadro

    RispondiElimina
  7. Grazie maryiagrazia e grazie LadyLongton anche per i riforimenti personali che spero di meritare... Un saluto particolare a te Verox che mi hai degnato di un commento così bello e corposo.. ^_^ Grazie per aver prestato attenzione a queste mie righe.

    RispondiElimina
  8. 19 Maggio 2011 - 09:06

    ...questo tuo sentire non mi lascia dubbi sul fatto che tu possa o meno definirti un UOMO... bellissime le tue emozioni

    RispondiElimina