Rossella A


Tre semplici parole
per esprimere ciò che hai nel cuore
il dolce suono… silente
che ti sussurra all’orecchio assente…
e desideri quella litania…
il ripetersi di tre tempi,
tre note che ti tengono legato
come elastico si tendono
più ti allontani, più attirano
legna da buttare per tener viva una fiamma…
Segno di una vita spesa senza sprechi
donandosi…
lasciare gocce di sé come dono
spargersi sulle labbra delle genti
piccoli, insignificanti gesti
che finiscono per perdersi…
baci sul viso di una donna,
abbracci al corpo di un amico,
strette di mano
e sguardi intensi…
di quelli che ti lasciano il segno
come volessero scriverti sulla fronte…
e un giorno…
quando di te non rimarrà più nulla
quando sarà calato il sipario per sempre
quando le opere crolleranno… disperdendosi
dimenticato dalle cose, dai cuori e dalle menti
tu rivivrai…
proprio così…
come hai iniziato…
silente… in tre battiti…
semplice  e nascosto…
nell’alito di vento disseminato su chi non ricorderà
quel segno… inutile… ma parte di tante vite.
Vite che hai incrociato
in qualche modo marchiato
e nell’inconsapevolezza…

tu sarai

per l’eternità.

mani



- Marril -

8 commenti :

  1. Ognuno di noi regala qualcosa di sè,magari inconsapevolmente
    basta poco per non essere dimenticati ma sopratutto per essere ricordati con un sorriso
    bello il post

    RispondiElimina
  2. Io credo che è giusto che uno regali qualcosa di se... semplicemente per donarsi.. Io credo che vivere... Vivere... veramente e cioè affondo... si concretizzi nel donarsi nelle sue varie forme. Sono contento che il post ti sia piaciuto maryiagrazia

    RispondiElimina
  3. Condivido le tue osservazioni Blumoon.. e ringrazio anche romanticaperla per il suo commento.. Beh se queste righe regalano sensazioni piacevoli non può che rendermi felice.. ^_^

    RispondiElimina
  4. utente anonimo7 agosto 2011 21:12

    Ormai i "ti voglio bene" si sprecano, cancellando il reale valore di queste tre semplici parole.
    Il tuo scritto ne slancia fortemente il senso reale, esaltandone anche il potere, ossia la capacità di lasciare un segno nel tempo.
    Ci culliamo nell'idea che le persone a cui vogliamo bene resteranno nella nostra vita, "saranno lì", nonostante tutto. Eppure mi chiedo...facciamo davvero tutto il possibile per far sì che quelle persone restino davvero nella nostra vita?
    A volte dare per scontate le cose ci fa perdere occasioni speciali, importanti.

    Ciao!

    RispondiElimina
  5. Ti rispondo anonimo... peccato essere impossibilitato a riferirmi a te in un modo migliore.... Sai... io penso che le persone, anche se passano sono comunque incontri che rimangono nella tua vita.... frammenti di se scambiati, che ti arricchiscono per quanto brevi siano gli istanti trascorsi insieme.. A volte.... scappano... la vita non attende nessuno... e ci si perde.... ma è stato bello comunque... bella la traccia che ti porti dentro... e che insieme a tante altre ti rende ciò che sei.... con la tua vita e le tue esperienze.. ^_^ Ciao

    RispondiElimina
  6. 20 Luglio 2011 - 12:50


    Leggendo il testo, sembra che tutto si animi e trasmetta sentimenti dolci e suadenti, che scompaiono alla fine, ma possono riapparire diversi ad una tempo che passa ad un ricordo.
    Allora non assistiamo più ai tratti leggeri di un sussurro, ma ai tocchi di una bacchetta magica, che ci accompagna nel mostrarci certamente quello chenell'animo sentiamol’amore per un : "ti voglio Bene".

    Ciao vany

    RispondiElimina
  7. 20 Luglio 2011 - 19:26


    tre semplici parole quasi banali da dire eppure a volte risulta difficile riuscire ad esprimerle, a differenze di altre in cui diventa la cosa più naturale del mondo... perchè d'altronde dire "ti voglio bene" non è solo uno scambio verbale tra due o più persone, ma è qualcosa di più. Io lo vedo come un atto di comunicazione tra due anime diverse, che si ritrovano in un affetto che li unisce nel momento esatto in cui l'uno ha ricevuto un pezzettino di cuore dell'altro a cui, a sua volta, si è dato il proprio per coprirne il vuoto...
    Questo post fa si che le mie labbra disegnino, in modo totalmente spontaneo, un sorriso... è stato davvero piacevole leggerlo!

    PS: ovviamente oltre che dirlo... sentirselo dire è una carezza che si percepisce oltre ogni distanza...

    RispondiElimina
  8. 21 Luglio 2011 - 12:42

    Bello, grazie. Ti lascio questo pensiero.

    RispondiElimina