Rossella A


Come una lama ti sento penetrare dentro di me...
sento il freddo del metallo,
il taglio che squarcia la mia pelle,
il dolore che mi ruba i pensieri e le parole.
 
Mi fa male sentirti dire quelle cose...
... sapessi che male mi fa...
 
Potessi raccontartelo questo dolore...
forse capiresti o forse... o forse no,
potrebbe essere tutto inutile
e sarei, ancora una volta, io quella sbagliata.

*§* Blumoon *§*desolazione_dolore

2 commenti :

  1. dire che è bella è riduttivo...
    l'ho letta pensando che io sto vivendo la stessa esperienza.
    le persone vicine che dovrebbero capire a voler bene feriscono perchè nemmeno immaginano la tua sensibilità, e siccome sei diversa da loro, sei tu per forza quella sbagliata..

    RispondiElimina
  2. Leggo solo oggi le tue parole, oggi che ritrovo il coraggio di ritornare in questo mondo.
    e dentro di me...sento quelle parole...le sento forti..sento di capirle, a modo mio, ma sento di comprenderle pienamente. e spesso non basta volerci credere, la nostr passione, il nostro amore la nostra voglia di sincerità ed onestà...perché quelle lame vann dritte dove vogliono arrivare...feriscono...
    MA pensandoci bene, in questi giorni di lunghe chiaccherate con il mio io e con persone meravigliose, quale sei tu per me,
    ho pensato alla "Ginestra" di Leopardi , la ricordi cara amica?...
    io mi sento come lei, forte, ricca di amore, verità ...desiderio di vivere...
    SI piega ma non si spezza.. forse quel piegarsi a volte è doloroso...perché vorrebbe toccare il cielo dalla gioia...ma il suo desiderio di vivere, di risplendere...di ESSERE parte di questo universo...è piu forte di ogni ferita, di ogni incomprensione , di ogni turbamento.
    La vita è piena di spine, alcune le raccogliamo noi per strada, altre...ci vengono incontro...ma ci son meraviglie, oh si ci sono meraviglie che i nostri occhi il nostro cuore possono non semplicmente udire, ammirare, respirare...oh ci son meraviglie che possiamo cogliere, vivere, essere...divenire un'unica essenza con loro...e quel dolore, inizia a ridimensionarsi, a ricicatrizzarsi...perché quella luce in noi, e in chi amiamo, in chi ci ama anche solo con uno sguardo sfuggente mentre per le strade cammina come un viaggiatore alla ricerca di un piccolo segnale, ci fann RIVIVERE...Ci fann sentire quella voce in noi che racconta poesie, racconta vita, racconta storie di anime di terre lontane,c he per magia si uniscono a noi..
    Mia cara , esprimi sempre chi sei, ogni tua emozione, ogni tuo grido di dolore, ogni tua delicata emozione...io ti adoro.semplicemente ti adoro.

    RispondiElimina